Breve bio di Pasquale Popolizio

Seguo una deontologia professionale

Ho firmato e seguo con scrupolo il Codice etico e di condotta per soggetti operanti nel settore delle professionalità del Web di IWA Italy.

Realizzo e faccio realizzare i siti Web rispettando, sempre, i principi dell’accessibilità e, per i siti delle PA, delle Linee Guida dell’AgID del TeamDigitale, e sempre con l’attenzione alle regole sulla Privacy.

Sono un Digital Strategic Planner,  con Attestazione di qualità dei servizi ai sensi dell’art. 7 della LEGGE 14 gennaio 2013, n. 4.

Per il nuovo Portale istituzionale del Consiglio Regionale della Campania, in fase di sviluppo, ho curato:
– la definizione strategica
– la verifica implementativa dell’architettura dell’informazione
– la verifica dell’usabilità
– la verifica dell’accessibilità

Ho realizzato uno dei primi siti Web accessibili della PA, nel 2005, Labgis.net.

Coordinatore del Gruppo di lavoro UNINFO “Professionista WEB” che si occupa di sviluppare le attività di normazione relative alle figure professionali operanti nel settore dell’ICT con specializzazioni inerenti il World Wide Web.

Giornalista pubblicista, iscritto all’Albo dei Giornalisti, Elenco Pubblicisti, Ordine Regionale della Campania, dal 2007.

Fra i curatori delle Linee Guida del Programma Nazionale per la Cultura, la Formazione e le Competenze digitali dell’Agenzia per l’Italia Digitale.

Socio e responsabile formazione di AIDR – Italian Digital Revolution.

Socio di PA Social.

Yuri Gagarin e fantastici quattro

Nato nel 1961, anno di Gagarin e dei Fantastici Quattro.

pasquale popolizio e madre

Da piccolo ero biondo.

Subito amante, con mio padre, del Napoli.
#forzanapolisempre

rosa de vivo e pasquale popolizio

La prima cosa che ho imparato è stata la prima declinazione latina (mio padre già sapeva che Rosa sarebbe stato il nome del mio futuro).
La foto è di Gigi Viglione.

logo università federico secondo

Mia madre e mio padre mi hanno permesso, con i loro sacrifici, di laurearmi in Economia e Commercio all’Università degli Studi di Napoli Federico II.

pasquale popolizio account

Ho lavorato 17 anni in agenzia di pubblicità.
La mia caricatura fu realizzata dal mio ex collega Paolo Ferrigno.

federica weblearning

Ho lavorato a Federica, contribuendo a realizzare la prima e più importante, per qualità e quantità dei corsi presenti e per quantità di accessi sul Web, piattaforma di elearning universitaria italiana.

logo w3c

Ho collaborato oltre 12 anni nel W3C nei gruppi sull’Accessibilità, Web Semantico, HTML5.

skillprofiles e uni

Non ho scritto alcun libro ma ho coordinato la pubblicazione di 25 profili di competenza professionale del Web, diventati poi oggetto di una norma UNI, la 11621 multiparte.

iwa italy

Vice presidente di IWA Italy, associazione professionale per la qualità del Web italiano.

isoc italia

Componente del Consiglio di ISOC Italia, Internet Society Italy Chapter, il capitolo italiano della Internet Society.

formazione pasquale popolizio

Centinaia di ore di formazione e consulenza sui temi della comunicazione, marketing, trasformazione digitale, Web, Internet.

Siti Web realizzati di recente

Alcune pubblicazioni

In “Legge 04/2004 dalla teoria alla realtà. Normativa, sviluppo e verifica dell’accessibilità di siti Internet, beni e servizi informatici della Pubblica Amministrazione“, di Roberto Scano, edizioni IWA-ITALY, ottobre 2005.

Autore di oltre 300 articoli per la rubrica settimanale “Il Web per tutti” sul quotidiano Il Denaro, su economia, marketing, comunicazione, accessibilità e standard Web, dal 2004 al 2011.

Per il W3C – World Wide Web Consortium:
QuickTips to Make Accessible Web Sites.

In Involving Users in Web Accessibility Evaluation di Shadi Abou-Zahra.

In Multimedia Semantics: Overview of Relevant Toolsand Resources di Zeljko Obrenovic.

La musica

La musica, sempre presente nella mia vita. Musicista iscritto alla SIAE, compongo con il Live 10 di AbletonLogic Pro X, Maschine 2, strumenti come la suite Komplete di Native Instruments.
Quello che sentite su questa pagina è invece un brano realizzato con la Yamaha DX7, il mitico AKAY S950, moduli Roland, il Performer e un Tascam Porta two Ministudio a cassette, oltre 20 anni fa.

Per realizzare questa pagina ho utilizzato immagini riprese da Wikipedia e foto fatte da mio padre, Gigi Viglione e da me, come la foto della copertina del primo numero dei Fantastici Quattro; mentre ho utilizzato il logo del W3C, di UNI e dell’Università degli Studi di Napoli Federico II. Lo so, forse infrango dei copyright, ma mi dite come si fa a comunicare una cosa se non si può inserire l’immagine del brand? In ogni caso, mi scuso fin d’ora ai rispettivi proprietari, che possono richiederne l’immediata rimozione dalla pagina. Vuol dire che l’utente finale, poi, se ne va per un’idea…